Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di fruizione

Cliccando su qualsiasi link in questa pagina fornisci il tuo consenso all'uso dei cookie

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Spanish
Domenica, 14 Luglio 2024
L'Intelligenza Artificiale in ambito militare: nuove soluzioni ed evoluzione d'impiego

L'Intelligenza Artificiale in ambito militare: nuove soluzioni ed evoluzione d'impiego

Lo scorso 3 maggio, presso la Casa dell'Aviatore di Roma, si è tenuta la conferenza “L'Intelligenza Artificiale in ambito militare: nuove soluzioni ed evoluzioni di impiego”, organizzata da AFCEA – Capitolo di Roma. Dopodue anni dal precedente evento nel quale si era trattato il tema dell'IA, AFCEA ha voluto offrire un aggiornamento su questo tema, anche alla luce reso delle contemporanee evoluzioni dello scenario geopolitico.

Oltre ad acquisire un ruolo sempre più rilevante nello scenario civile, basti pensare a Chat GTP, l'Intelligenza Artificiale sta cominciando a rivoluzionare anche le operazioni militari: dal supporto agli strumenti di comando e controllo, contribuendo ai processi decisionali, all'addestramento del personale militare; dalla logistica alla pianificazione strategica.
La Conferenza si è aperta con il saluto e benvenuto ai presenti del Gen. Antonio Tangorra – Presidente AFCEA Capitolo di Roma, che ha poi introdotto il primo conferenziere, Magg. Francesco Corso – V° Reparto Segredifesa che ha presentato l’ “Intelligenza Artificiale nella Difesa: le attività di ricerca ed innovazione tecnologica” . Questo intervento ha sottolineato l'attenzione sulle linee di indirizzo delle attività di innovazione tecnologica militare definite in ambito NATO ed EDA, che costituiscono una linea guida anche per i progetti di ricerca tecnologica del Segretariato Generale della Difesa/DNA.
Successivamente, il Col. Fabio Zanichelli – Comando Logistico dell'Aeronautica Militare, ha introdotto “Il nuovo sistema di Infologistica dell'Aeronautica Militare”, inquadrato nel processo di progressiva digitalizzazione della Forza Armata. In questo ambito Comando Logistico ha intrapreso il progetto “IRIS”. che prevede l'implementazione di tutte le più moderne tecnologie 4.0 in un ambiente cybersecure by design e nel quale la sovranità del dato è nella completa disponibilità della Forza Armata.
Il Dott. Gabriele Tonini – Leonardo ha poi presentato “L'Intelligenza Artificiale al servizio del Customer Journey”, ponendo l'accento sull'applicazione dell'IA nel mondo del Customer Support, Service & Training, spaziando dai servizi di manutenzione predittiva all'automazione di azioni iterative uomo-macchina, fino ai modelli di addestramento adattivi, con l'obiettivo di un netto miglioramento dell'esperienza del cliente lungo tutto il customer journey.
“OSINT e CLOSINT, risorse per valutare e modificare l'approccio all'Intelligence nell'era dell'Intelligenza Artificiale”, sono i temi trattati da Nicola Grandis – Digital Platforms di con un excursus sui cambiamenti introdotti dall’IA alla società e l’approccio alle informazioni, costituendo una piattaforma che fornisce nuove prospettive di attacco, difesa ed analisi, introducendo anche nuovi scenari verso i quali è bene cominciare a predisporsi per difendersi.
Nell'intervento successivo, intitolato “Integrazione dell'Artificial Intelligence in una OSINT Data Platform: strappare il velo di Maya dall'informazione”, il Dott. Francesco Orlando – Teleconsys ha evidenziato come nelle piattaforme OSINT le fasi di analisi, confronto e validazione dei dati raccolti, possano essere potenziate e ottimizzate applicando le più moderne tecniche di Intelligenza Artificiale per automatizzare quanto più possibile il processo, raffinando i dati grezzi per avere informazioni utili alla ricerca e selezione.
Nel suo intervento dal titolo “Presente e futuro dell'AI in Leonardo” , l'Ing. Marco Barbina – Leonardo su ha presentato le attuali tecnologie di Intelligenza Artificiale adottate in azienda – che sviluppa e integra tecnologie avanzate – all'interno dei propri sistemi, così come gli sviluppi attesi per il prossimo immediato futuro sulla base delle attività di ricerca che esplorano le possibilità per i sistemi dei prossimi anni.
L'intervento su “Validazione e collaudo dei sistemi di Intelligenza Artificiale” del C.F. Gianluca Maria Marcilli - NAVARM ha introdotto il fondamentale concetto di “AI trustworthiness”, mandatorio per la sfera militare, che ha portato allo sviluppo di nuovi strumenti e processi per la valutazione dell'idoneità delle componenti AI all'uso “sicuro”. In tale ottica è stata riportata anche l'esperienza del progetto di ricerca ArIS (Artificial Intellligence Sandboxing) che ha come obiettivo la realizzazione di un ambiente di test basato su impiego di Adversary AI.
Il Dott. Glauco Cenciotti – IBM e la Dott.ssa Angela Sebastianelli – VAR Group Partner IBM hanno presentato “IBM AI@WORK: le opportunità di un'intelligenza artificiale applicata e data-centrica”, offrendo una panoramica sui casi d'uso più rilevanti per scoprire il concreto vantaggio competitivo che le organizzazioni potranno trarre dalla preparazione dei dati di l'Intelligenza Artificiale per il proprio sviluppo futuro.
La giornata si è conclusa con l'intervento della Dott.ssa Silvia M. Ansaldi – INAIL intitolato “Tecniche di Intelligenza Artificiale per l'analisi di quasi-incidenti in ambito industriale”, sul tema dell'estrazione di conoscenza, con tecniche di IA, da documenti su esperienze operative di incidenti, quasi incidenti e anomalie in alcune tipologie di stabilimenti. In particolare il motore di ricerca EsOpIA (Esperienze Operative e Intelligenza Artificiale) realizzato da INAIL può fornire strumenti aggiuntivi per la valutazione dei modelli di gestione di sicurezza in tali impianti, misurandone l'efficacia e migliorandone la sicurezza.

Vai al materiale dell'evento

Letto 1814 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)